Sequestro di persona

Galleria

Vediamo ora di dimostrare come Beatrice Sorlini abbia subito un vero e proprio sequestro di persona.Da quanto si sa, il giorno 4 maggio 1990 Guido Fornari fa condurre la Sorlini in piazza Repubblica a Brescia, la carica sulla Mercedes comprata coi soldi della malcapitata (a sua insaputa), le cala una pelliccia sulla testa e la porta a casa sua. Ma … Continua a leggere

E bravo guaglione

Il celebre investigatore dall’occhio indagatorio e trinitario, piuttosto, appare in “Brescia Novanta” come uno “che, come informa Bresciaoggi del 18 marzo ’91, si è preso otto mesi con la condizionale”. Nessun pregiudizio, d’accordo, non facciamo come loro. Ma loro andavano a caccia di ogni minuzia e di ogni precedente, che si ritrovano anche nelle migliori famiglie di avvocati e nelle … Continua a leggere

Uso dei testimoni formato due pesi due misure.

Non ho la prova. La prova maledetta. Certo, non li ho sentiti nei loro conciliaboli serafici, assai frequenti nei corridoi del Foro, dirsi nel loro contegno falso come Giuda “Dovresti ricordarti meglio di quella volta” “Sì, però la signora mi deve pagare la parcella”. Ma, visto che Ottaviano il Ciarlatano si inventava i fatti come la comare di un condominio, … Continua a leggere

Mi raccomando, querelate pure le galline

  Contraddizioni in termini e falsità impudenti di questa Masserdotti. Follie in libertà incontrollata recitate tranquillamente. E che quereli pure. Mi raccomando di querelare anche le galline. Potevano pur chiederle alla maniera di Vittorini se la dama dei misteri era convivente con Fornari, se dormiva nella sua camera, se aveva un rapporto sentimentale, se aveva rapporti sessuali, se gli faceva … Continua a leggere

L’ avvocato Charly Bonomi

  L’avvocato Ciarlatano Bonomi Di rinforzo alla operazione globale arrivano poi certi testimoni programmati come robot senza un palpito spontaneo, addestrati come scimmiette a mimare sempre le stesse frasi, gli stessi fatti, pochi, ma non chiari. Eccelle in questa provvida mansione la peggio umanità che possa capitare di incontrare. In Tribunale non si dovrebbero trovare registrate senza fiatare le accuse … Continua a leggere

Le ochette del giornalismo

  Per cui devo ancora tirare in ballo le care ochette del giornalismo che più ochette di così si muore. Che deve fare un leale cronista durante un processo tanto scabroso? Deve stare attento. Deve lavorare di scavo sotto le apparenze. Non deve ascoltare solo l’amico, che gliela conta sul sentito dire e sulla pelle degli altri. Questo è un … Continua a leggere

Le lettere di una mamma

Galleria

This gallery contains 4 photos.

Vogliamo qui pubblicare 3 lettere inviate da Beatrice Sorlini al figlio Fabrizio Cassano, questo per sfatare quanto affermato, fuori e dentro al Tribunale, e cioé che il rapporto madre-figlio fosse difficile, e che la madre temesse le violenze del figlio. Belle canaglie. E’ qui dimostrato esattamente il contrario…